DONNAY FORMULA 100 23 Settembre 2018 10:31

 Pentacore edition red logo VS Hexacore edition

Donnay, lo storico marchio belga legato ai successi di campioni del calibro di Bjorn Borg ed Andre Agassi è tornato prepotentemente dopo alcuni anni di oblio che ne avevano fatto perdere le tracce.

La nuova produzione Donnay, proveniente dagli USA, è caratterizzata da modelli molto personali e dalle spiccate doti di "caratteriali", tutti molto distinguibili e differenti, se non a prima vista, sicuramente nella sostanza, da quanto presente sul mercato delle racchette da tennis.

L'oggetto della nostra analisi è costituito dalla coppia di quelle che potrebbero essere definite le racchette "tweener" di casa Donnay e nella fattispecie Donnay formula 100, racchette di tipo profilato dal piatto delle dimensioni di 100 sqr inch. un vero e proprio classico delle moderne produzioni.… ma che come vedremo si distinguono per caratteristiche che le rendono uniche e peculiari.

                        donnay formula 100 pentacore  red logo

 

donnay formula 100 hexacore   
 
Le sorelle di casa Donnay condividono una finitura estetica di tipo poliuretanica trasparente che mette in evidenza su tutto il frame lo strato di carbonio amorfo (360°) utilizzato per la finitura superficiale dei telai.
Finire le racchette con un "flatting" è sicuramente una garanzia dato che non è possibile nascondere stuccature o imperfezioni strutturali del telaio e della struttura in carbonio.
Questa soluzione tecnico-estetica è già utilizzata dalla casa da alcuni anni con ottimi riscontri in termini di feeling e assorbimento delle vibrazioni oltre che impreziosire l'estetica di un telaio caratterizzato da forme tondeggianti e molto eleganti.
Da non sottovalutare poi l'anima nascosta della racchetta, ovvero il fatto che il telaio è costruito in maniera unica, del tutto differente da quanto comunemente fatto per tutti i telai in commercio. Le modalità realizzative dei telai Donnay prevedono infatti, la costruzione di strutture caratterizzate dalla presenza di una sostanza poliuretanica termoespandente all'interno che consente di evitare l'utilizzo dell'aria insufflata nel mold in fase di polimerizzazione della struttura in carbonio.
La presenza del poliuretano espanso, la struttura a celle multiple, la differente polimerizzazione dei fogli di carbonio in maniera molto più soft, conferiscono alla racchetta una flessibilità molto bassa che si trasmette in un livello di confort, giocabilità e assorbimento delle vibrazioni del tutto unico.   
.
.
.
FORMULA 100 PENTACORE HEXACORE
Peso 326 gr (300) 326 gr (300)
Bilanciamento 330 mm (325 mm) 330 mm (325 mm)
Rigidezza rilevata  55 (57) 58 (60)
Profilo 24 - 27 - 20 mm 24 - 27 - 20 mm
Piatto corde 100" 100"
Pattern 16x19 16x19
Swingweight 316 kgcmq 324 kgcmq
Spinweight 340 kgcmq 334 kgcmq
Twistweight 16 kgcmq

18 kgcmq

dati rilevati a racchetta incordata e "pronto gara" con overgrip e dumpener - fra parentesi i dati rilevati a racchetta nuda

 

I due modelli dal punto di vista dei dati si differenziano per le medesime caratteristiche di peso e bilanciamento ma da un differente valore in termini di momento di inerzia e quindi attitudine alla spinta.

La HEXACORE possiede un valore di SSW-swingweight maggiore che ci restituisce la sensazione di avere in mano una racchetta più vivace e reattiva ma anche più nervosa.

La PENTACORE con un valore di SSW-swingweight minore risulta sicuramente più facile da muovere, più maneggevole e progressiva.

Da notare con attenzione il valore del TWW-twistweight che restituisce un valore maggiore per la versione PENTACORE, il che dovrebbe tradursi in una maggiore stabilità sui colpi decentrati ed un ottima resa in fase di produzione di spin.

 

a sinistra la struttura della HEXA-CORE costituita da 6 celle resistenti di carbonio-poliuretano
a destra la struttura della PENTA-CORE costituita da 5 celle resistenti di carbonio-poliuretano

 

La differenza in termini di flessibilità è limitata e concentrata nella parte bassa del telaio, ovvero sugli steli dove la maggiore rigidezza della versione HEXA-CORE permette di evidenziare una maggiore rigidezza della struttura dello shaft ed un flexpoint concentrato nella zona al di sotto del ponte.

La versione PENTA-CORE al contrario evidenzia una flessibilità estremamente omogenea che consente di paragonare questo telaio in termini di comportamento a quello di un'asta in legno senza punti di flessione concentrati o evidenziati.

 

 

Dall'analisi dei dati di rigidezza statica del piatto corde emerge per entrambi i modelli una RISPOSTA MOLTO AMPIA ED OMOGENEA lasciando presupporre una OTTIMA TOLLERANZA SUI COLPI DECENTRATI, buona stabilità e presa delle rotazioni.

La dimensione dello sweetspot è veramente molto ampia e garantisce una omogeneità di risposta di riferimento.

Le racchette, nei due differenti modelli presentano il medesimo sistema di spaziatura delle corde come pure lo stesso sistema di grommet e bumper.

La risposta del piatto corde è sostanzialmente analoga in termini statici sia per il modello PENTACORE che per il modello HEXACORE.

Sulla carta le due DONNAY sono telai sostanzialmente simili, sia in termini estetici che in termini fisico-meccanici ma la loro differenza si nasconde all'interno.

Le FORMULA 100" infatti sono caratterizzate da una differente risposta in termini dinamici e di gioco dovuta alla differente struttura a celle interna alla sezione.

Più blanda ma anche progressiva, stabile e spin oriented la versione PENTA-CORE, destinata ad un pubblico in cerca di una racchetta estremamente versatile, maneggevole e fruibile anche a livello medio-basso.

Più nervosa, cattiva e reattiva la versione HEXA-CORE, che strizza l'occhio ad un giocatore che ama tirare il colpo vincente e la chiusura essendo in grado di gestire un'inerzia leggermente più elevata ma per nulla proibitiva.

Anche al servizio la risposta attesa è la medesima.

Ami lavorare la palla in slice e kick? Giocare negli angoli e trovare traiettorie insidiose? Allora la FORMULA PENTA-CORE potrebbe essere la tua scelta.

Ami sfondare e tirare la botta secca? Tirare l'ace di forza? Allora la soluzione ideale potrebbe essere la FORMULA HEXA-CORE che sarà in grado di assecondare le tue richieste in termini di potenza.

Attenzione perché da un punto di vista prettamente "morfologico" le forme sono tipicamente da profilate ma spesso l'apparenza inganna……

Nella sostanza non si tratta racchette profilate dato che la risposta rimane morbida, confortevole ed elastica nonché caratterizzata da un livello di confort assolutamente sconosciuto a larga parte dei prodotti presenti sul mercato; il tutto accoppiato ad un suono ed un modo di vibrare unico ed irripetibile, tipico delle racchette boxed di vecchia scuola.

In buona sostanza, le due FORMULA 100" sono espressione cristallina e purissima della filosofia DONNAY nella quale la sostanza costituisce parte fondante dei progetti e prende vita nell'anima dei telai.

Due differenti sfumature sul medesimo tema che invitano ad una prova sul campo, dato che per provare certe sensazioni è assolutamente necessario sentire la differenza, godersi il suono, le vibrazioni ed feeling dei colpi, impatto dopo impatto, palla dopo palla.